CONDIVIDI
La masturbazione dell’uretra

Per questo tipo d’orgasmo giocano un ruolo importante i muscoli pelvici. Contraeteli e rilasciateli, è un esercizio molto piacevole.

Individuate con le dita, o con il pene artificiale, il punto che si colloca intorno alla parte dell’uretra situata all’interno della vostra vagina. Continuate a contrarre i muscoli, aggiungete un massaggio dell’uretra e aumentatene via, via la pressione.

Quando sentirete lo stimolo ad urinare sarete vicine all’orgasmo.

Incominciate a masturbarvi anche l’orifizio dell’uretra che si trova esternamente, muovete le dita come quando vi toccate il clitoride. Continuando così arriverete l’orgasmo.

Se spingete in fuori la parte dell’uretra come se voleste far pipì quando siete vicine all’orgasmo, è molto probabile che otteniate una vera e propria eiaculazione (gusher).
Molti confondono la masturbazione dell’uretra con quella del punto G, facendo coincidere questi due punti.

Vi basterà provare questi due tipi di stimolazioni, per rendervi conto delle differenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here