CONDIVIDI

Ragazzi c’è solo un modo per trovare il punto G. Cercarlo! Avrete anche un ottima motivazione per aumentare le sedute di piacere che voi e il vostro partner vi dedicate! Voi comunque sappiate che avrete a che fare con l’isola che non c’è. Cioè…l’isola c’è ma non si vede. Vi accorgerete comunque di aver toccato con mano l’isola semplicemente guardando la faccia di lei!

Quasi tutti gli studi smentiscono l’esistenza del punto G, ma le donne non sono d’accordo! E i maschietti non smetteranno mai di cercarlo, quindi cari esaminatori, dottori e ricercatori fatevene una ragione, levatevi quella mascherina da laboratorio dalla bocca e cominciate a cercare con noi…

Si mormori che si trovi all’estremo del clitoride, quindi all’interno della vagina. Lungo circa 10 cm…10 centimetri da stimolare a proprio piacimento. Fortunate le donne…al minimo accenno di tristezza una passata di dita su quei 10 cm e torna il sorriso.

La mia personale ricerca del punto G non terminerà mai, vi sono punti G ovunque nel mondo ed è compito di noi uomini accarezzarli tutti o almeno provarci.

Durante il petting o i preliminari una stimolazione graduale del punto G rende sicuramente il tutto molto più intrigante.

Esistono un mare di giocattolini G-Point dalla struttura apposita. Punte sferiche e leggermente piegate. Questo è il primo  segno di riconoscimento di questi sex toys.

Se poi avete il giusto pene per la giusta vagina…la punta del vostro pene andrà a stimolare il punto G ogni singola volta ci passerete vicino!

Non tutti però sono convinti che il punto G si trovi all’interno della vagina. Alcune donne dicono di avere il punto G dietro l’orecchio o in altri posti meno intimi!

Può essere, ma io per sicurezza prima andrei a controllare nella vagina…giusto per eliminare ogni dubbio!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here