CONDIVIDI

Jamie McCartney, famosissimo scultore (???) ha donato al mondo questa scultura molto singolare. Un muro di vagine. Lui stesso dichiara ” con questa scultura voglio comunicare a tutte le donne che non esiste una vagina perfetta. Il muro è composto da 400 calchi e la mostra è intitolata “Skin Deep”. Intervistato McCartney dice”Volevo che i calchi parlassero da sé. Era necessario averne il più possibile, perché metterle una accanto all’ altra evita che le persone si concentrino su ognuna singolarmente. È un modo per andare oltre le allusioni alla pornografia. I genitali, se considerati al di fuori del corpo, non sono per niente sexy, e quando sono così numerosi lo sono ancora meno. Inoltre i calchi completamente bianchi eliminano ogni questione di razza o colore. La loro omogeneità permette un confronto semplice e diretto con tutti gli altri calchi” Questo signorino ha passato gli ultimi 5 anni a calchizzare 400 donne. Poverino…Comunque fossi stato io il padre di questa discutibile scultura non avrei detto che non esiste una vagina perfetta, ben si non esiste una vagina imperfetta. E ve lo dice uno che ha la vagina talmente in testa, che una volta al mese gli sanguina il naso!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here